Home  /  Le pillole della CVSSicurezza sul lavoro: cosa può fare in merito ogni lavoratore?

Sicurezza sul lavoro: cosa può fare in merito ogni lavoratore?

Secondo i dati INAIL, nel 2021 le denunce di infortunio sul lavoro sono aumentate dello 0,2% rispetto all’anno precedente. In lieve diminuzione sono state invece le denunce con esito mortale, che toccano in ogni caso l’allarmante cifra di 1.221. In generale la situazione è ancora influenzata dall’emergenza Covid, che ha inciso sia sugli infortuni denunciati che sulle morti sul lavoro. Accanto alla diffusione di patologie (Covid e altre) sul luogo di lavoro, sulle cifre registrare incidono anche gli incidenti in itinere, avvenuti nel tragitto casa-lavoro, e quelli verificatesi sul posto di lavoro.
Ridurre il numero degli incidenti, mortali e non, sul luogo di lavoro è certamente una responsabilità dei datori di lavoro, che devono garantire ambienti conformi alle norme in materia di sicurezza e fornire tutti i dispositivi necessari, ma non solo: mettere a disposizione macchinari sicuri, assicurare un’adeguata formazione in materia, contenere il più possibile l’utilizzo di sostanze pericolose, gli accorgimenti da adottare sono numerosi.
Ogni lavoratore deve però avere sempre presente che la sicurezza è anche una responsabilità personale. Fondamentale, ad esempio, è utilizzare correttamente i DPI e segnalare prontamente ogni pericolo, anche solo ipotetico, riscontrato.
Lavorare in sicurezza deve essere un obiettivo condiviso ad ogni livello di ogni azienda: solo insieme possiamo ridurre gli incidenti registrati ogni anno!

SCOPRI ALTRE PILLOLE

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Chiudendo questo banner, cliccando in un'area sottostante o accedendo ad un'altra pagina del sito, acconsenti all’uso dei cookie. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni sui consulta le pagine Cookie Policy e Privacy Policy